Cristianesimo

Il Cristianesimo è la religione più diffusa al mondo, soprattutto nei territori occidentali tra cui Europa e America, alle quali si aggiungono in secondo luogo anche l’Oceania e l’Africa. Questa religione è presente in alcune varianti, ma che hanno in comune alcuni fattori fondamentali tra cui il fatto di essere fondate da Gesù di Nazaret (il Cristo, da cui Cristianesimo), che questo sia il figlio di Dio e che viene riconosciuto come il loro Signore. Le principali religioni cristiane credono inoltre Dio sia uno e trino, nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo.

Le varianti del cristianesimo più importanti sono il Cattolicesimo, il Protestantesimo e l’Ortodossia. A queste si uniscono altre due varianti minori che si riallacciano al Cristianesimo, quali il Mormonismo, i Testimoni di Geova e i Protestanti Unitari.

La figura di Gesù

Nel cristianesimo la base fondante è data dalla figura di Gesù di Nazareth, il Cristo. Egli si professava non solo come profeta, ma come figlio di Dio in Terra, venuto tra gli uomini per espiare i loro peccati e portare la salvezza, oltre che la parola di Dio.

Gesù nacque a Betlemme, in Israele, ed era ebreo. Le sue parole si scontrarono con quelle dei “saggi” ebraici, ovvero i rabbini del Tempio di Gerusalemme. Il loro scontrò portò alla crocefissione di Gesù da parte di Ponzio Pilato, prefetto della Giudea per conto dell’Impero romano.

A seguito della flagellazione e la crocefissione, Gesù morì. Per la fede cattolica, Gesù risorse e tale evento viene festeggiato nel giorno di Pasqua.

La Bibbia

Un altro fattore in comune, molto importante, è quello di considerare la Bibbia un testo ispirato da Dio. Questa è composta dall’Antico Testamento, che corrisponde alla Septuaginta, una versione adattata in lingua greca della Bibbia ebraica, alla quale sono stati aggiunti ulteriori libri e un Nuovo Testamento, che per l’appunto narra della storia di Gesù Cristo e del suo Vangelo.

Cattolicesimo

Il Cattolicesimo è la forma di Cristianesimo più diffusa al mondo. Questa di caratterizza per il fatto di riconoscere il primato di autorità al vescovo di Roma, in quanto successore sulla Cattedra di Roma dell’apostolo Pietro (San Pietro). I fedeli del Cattolicesimo sono chiamati cattolici.

Proprio le impostazioni strutturali del Cattolicesimo contribuiscono un peso importante alla Chiesa Cattolica. Una costituzione dogmatica con delle regole che tutti i cattolici devono seguire al fine di professare la fede. In pratica, la Chiesa Cattolica si pone come unico dogma possibile per i cattolici, i quali sono tenuti a seguire le regole imposte dalla stessa al fine di ritenersi cattolici.

Protestantesimo

Il Protestantesimo è una branca del cristianesimo nata nel XVI secolo come riforma alla Chiesa Cattolica, per via della sua non più conformità alla parola di Dio. Infatti, all’epoca erano sotto gli occhi di tutti le dure dottrine, le pratiche e gli abusi che la Chiesa Cattolica aveva manifestato negli ultimi secoli. Importanti, oltre i “modi di fare” erano anche i “modi di credere”, per via dell’invenzione del purgatorio e la teoria delle indulgenze, così come altri concetti legati all’ecclesiologia, la simonia, l’intercessione e il culto dei santi. Il protestantesimo quindi varia nella dottrina e non riconosce l’autorità papale.

Personaggio chiave del Protestantesimo su Martin Lutero, che diffuse in Germania 95 tesi volte alla proposta di una discussione.

Chiesa Ortodossa

La Chiesa Ortodossa, anche detta Chiesa Cristiana d’Oriente o Chiesa Cattolica Ortodossa, è una unione di Chiese cristiane nazionali autocefale (in cui il capo non riconosce autorità religioni superiori alla sua figura) e  autonome (dipendenti da un patriarcato, ma distinte).

Le differenze con la Chiesa Cattolica stanno nell’interpretazione della figura di Dio (Padre) e di Gesù (Figlio) per quanto riguarda la figura dello Spirito Santo , visto dagli ortodossi come una forma di energia che proviene o meglio “procede” soltanto dal Padre (mentre per i cattolici procede anche dal Figlio). Un’altra differenza sta nel concetto di “beati”, visti come parte dell’essenza di Dio per i Cattolici, ma come parte dell’energia divina per gli ortodossi. In pratica, volendo sintetizzare, per gli ortodossi Dio è al di sopra di tutto il resto, nulla è al suo livello e tutto procede partendo dalla sua energia.